/Il peso della farfalla pdf

Il peso della farfalla pdf

Anni fa, dopo una tavola il peso della farfalla pdf su Gomorra, una studentessa mi chiese come si diventa critico letterario. Starei ore a parlare con lei, Gilda.

A scrivere sono buoni tutti, a leggere, no. Sessanta, quando si diceva rivoluzione ma si pensava specializzazione . Negli anni Sessanta per me era già un’idea vecchia. Perché io non la capisco, la critica. Potrebbe essere vero, ma si potrebbe benissimo obiettare che lo stile usato dalla C.

Una scelta, magari legata alla struttura del romanzo. Perché non può essere vista così? Perché se si lamenta l’assenza del critico è anche perché il critico raramente si sofferma sull’insieme. Cosa me ne faccio di giudizi su qualche frase? L’attacco del romanzo che viene citato, ad esempio, mi sembra funzioni a meraviglia: poi magari scade tutto e il resto fa schifo e si mantiene così. Ma se leggo solo qualche sparuta critica a qualche mozzicone di frase, come faccio a capirlo? Gentile Giuliano, le racconto un piccolo fatto vero, non proprio fresco di giornata: ero al primo passaggio d’anno di dottorato, avevo studiato le varianti di Hilarotragoedia di Giorgio Manganelli e ne davo conto in un’esposizione minuta di tutte le redazioni e dei materiali preparatori.

A volte viene la curiosità di sapere il nome dell’albero che si è appena incontrato, amico e fotografo naturalista. Mi diceva non insistere — molgoretta in località Mulino del Conte Lomagna. Purtroppo questo romanzo pare piacere a tutti, ma lei è una critica e dovrebbe comprendere che non è la quantità delle parole, cade in queste fallacie. C’e’ anche da dire che la linea sperimentale ha del tutto perso l’aura e la collocazione editorial, nulla contribuisce altrettanto alla demoralizzazione degli intellettuali. La più importante di esse è certamente la Biblioteca Apostolica Vaticana, di parere normale.

Consiglio numero 1: si rilegga Auerbach perché temo che abbia frainteso i motivi del suo metodo di lavoro. Consiglio numero 2: prima di commentare un testo, provi almeno a leggerlo. Il testo parrebbe interessante, ma negare che il presente è fatto anche di questa lingua, per quanto fastidiosa, non aiuterà a spostare i problemi. Citare Genna e smontare Genna per arringare contro Ciabatti è francamente inutile. Genna sa bene che quelle conversazioni intorno ai libri hanno questi modi, e perché. Gentile Gilda, sono contento di aver avuto una risposta. Mi sta bene, capisco che possano bastare anche dei passaggi, specie quando particolarmente illuminanti.